La visualizzazione e la registrazione di immagini mediante l’utilizzo di sistemi di videosorveglainza configurano un trattamento di dati personali e per tale motivo è obbligatorio che la tua azienda rispetti le disposizioni di legge previste dal Regolamento UE 2016/679 ( Codice Privacy) e della L. 300/70 ( Statuto dei Lavoratori) in materia di controllo a distanza dei lavoratori.

Un Impianto di Videosorveglianza non a norma Privacy è ILLECITO!

Il provvedimento del Garante della Privacy in materia di videosorveglianza prevede che, qualora l’impianto di videosorveglainza non rispetti la disciplina in materia di protezione dei dati personali e le norme vigenti civilistiche e penali in materia di interferenze e illecite nella vita privata, le immagini raccolte non possono essere utilizzate e la tua azienda debba essere sanzionata Amministrativamente e Penalmente.

Cosa è?
t

Il GDPR è una legge dell’Unione Europea che sostituisce l’attuale normativa cambiandone la prospettiva: la responsabilità non riguarda tanto il possesso dei dati, ma li collega alla loro adeguata gestione.

Ti riguarda?

Il GDPR riguarda tutte le aziende che elaborano, trattano e collezionano dati dei cittadini di uno degli Stati della UE. In tali dati sono compresi anche quelli inerenti il proprio personale dipendente, i fornitori o i clienti.

Cosa rischi?

In caso di mancato adeguamento le sanzioni sono pesantissime: fino al 4% del fatturato dell’anno precedente. I controlli sono molteplici e dal 19 Settembre aumenteranno sensibilmente quelli della GDF.

Chi ti segnala?

Può segnalare il mancato adeguamento ogni tuo utente o cliente, chiunque transiti nel tuo sito internet, chiunque riceva una comunicazione non conforme da parte tua, anche una semplice e-mail.

La data indicata per l’adeguamento GDPR è ormai passata e, se non ti sei già adeguato, ogni giorno che passa rischi una sanzione decisamente salata (fino al 4% del bilancio dell’anno precedente). È facile essere segnalati, basta un esposto o una contestazione di un utente che visualizza il tuo sito, riceve una tua e-mail o di un cliente a cui in fase di stipula del contratto o successivamente non hai inviato l’informativa prevista ma soprattutto se hai di videosorveglianza installata nella tua azienda.

Come funziona l’adeguamento?

L’adeguamento impone la ricostruzione dei processi interni e la determinazione di trattamenti, mansioni, modulistica e informative da fornire agli interessati. Si tratta in sostanza di analizzare l’azienda, i suoi processi ed i rischi a cui è esposta e di adeguarli a quanto previsto dalla normativa.

La nostra metodologia di consulenza in materia di videosorveglianza privacy prevede un percorso di affiancamento continuativo:

  • Analisi dei rischi Privacy Videosorveglianza
  • Misure di sicurezza Privacy del sistema di Videosorveglianza
  • Cartelli, Informative e Consenso Videosorveglianza Privacy
  • Formazione Privacy Videosorveglianza
  • Incarichi e nomine Privacy
  • Accordo sindacale o Autorizzazione dell’Ispettorato del Lavoro
  • Notificazioni al Garante Privacy
  • Supporto in fase di ispettiva

Sanzioni 2020

Fino a 20 milioni di euro per i singoli

per le imprese fino al 4% del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente se superiore